کتاب الفبای خانواده

اثر ناتالیا گینزبورگ از انتشارات کتاب خورشید - مترجم: فیروزه مهاجر-دهه 1960

In Lessico famigliare, il riaffiorare alla memoria di parole, espressioni, frasi e modi di dire sentiti tante volte in casa da Natalia Ginzburg, scandisce, con ironia e tenerezza, la storia della sua famiglia - i Levi - ebrei e antifascisti, nell’Italia tra gli anni Venti e gli anni Cinquanta del Novecento.

Versione integrale - Durata: 6h 35


خرید کتاب الفبای خانواده
جستجوی کتاب الفبای خانواده در گودریدز

معرفی کتاب الفبای خانواده از نگاه کاربران
Ecco che arriva la seconda delusione di questo mese.

Tutta la vita della famiglia di Natalia Ginzburg, i Levi, ebrei anti-fascisti vissuti a Torino tra gli anni ‘30 e ‘50 del Novecento, condensata in circa 250 pagine che ho trovato davvero noiose e difficili da digerire. Ma cominciamo dalle cose che mi sono piaciute.

Il punto forte del romanzo è sicuramente l’elemento linguistico che caratterizza questa famiglia: i fratelli, la madre, ma soprattutto il padre di Natalia possiedono un patrimonio lessicale tutto loro, fatto di parole segrete e “frasi famose”, che si trasformano, così come alcuni gesti abituali, in vere e proprie tradizioni di famiglia, si ripetono nel corso degli anni e possono immediatamente essere ricondotte ad un determinato personaggio e al suo modo di essere.

Gli eventi che si susseguono all’interno della storia difficilmente seguono un ordine cronologico, ma è l’autrice che decide spontaneamente come agganciare un ricordo all’altro, ricorrendo anche a grandi salti temporali e seguendo una logica spesso disordinata e non troppo chiara.

Non voglio certo negare che il quadro storico-politico italiano di quegli anni venga delineato con grande sapienza in queste pagine, anche grazie al contributo di moltissimi personaggi più o meno famosi conosciuti dai Levi (leggendo vi imbatterete in Pavese, Einaudi, Turati e in molti, forse troppi altri nomi celebri), ma la cosa che più mi ha infastidita è la totale invisibilità dell’autrice; capisco la volontà di raccontare della propria famiglia, piuttosto che di sé, ma la Ginzburg sembra sempre osservare tutto come se si trovasse al di là di uno schermo, senza mai partecipare, ma parlando solo da esterna e con tono distaccato. Così facendo mi ha trasmesso poco o niente delle sofferenze e delle difficoltà affrontate dai suoi famigliari e mi sono ritrovata più volte a saltare interi paragrafi, oltre che alzare ripetutamente gli occhi al cielo.
Davvero un gran peccato.

مشاهده لینک اصلی
@Non fate sbrodeghezzi! Non fate potacci!@

Sicuramente uno dei libri più belli che mi sia capitato di leggere in questo 2007. E stato difficile staccarmi dalle pagine anche per pochi minuti. Volevo saperne di più, leggere ancora delliroso patriarca Levi e della sua docile moglie. Volevo ancora ridere ai strambi termini usati in quella famiglia, ai rimproveri subiti dai figli e alle loro vicissitudini. Lessico famigliare è uno splendido ritratto sia di un nucleo familiare e delle relative conoscenze, ma in grande anche dellItalia fascista e post-fascista, con tutti i suoi problemi, le sue contraddizioni e le sue stupide fobie. Una miriade di personaggi si affacciano in queste meravigliose pagine della nostra letteratura (e mi vergogno un po ad averle scoperte solo ora). Personaggi, secondo me, delineati in maniera impeccabile, capaci di infiltrarsi nella mente del lettore e vivere di vita propria. A tutti quelli che lo hanno trovato noioso io consiglio una seria e attenta rilettura, perché è un peccato farsi sfuggire unopera così gustosa, divertente e impegnata come questa.

مشاهده لینک اصلی
Ironia, dolcezza, malinconia. Sono queste le chiavi di lettura di Lessico Famigliare, dove Natalia Ginzburg, attraverso un racconto cronologico, svela al lettore i comportamenti, i modi di dire e di fare, di parenti ed amici più cari con i quali ha condiviso la vita fino agli anni successivi al dopoguerra.
Uno spaccato desistenza dolce a amaro, che accompagna il lettore con piacevoli ore di lettura o ascolto, nel caso la conoscenza di questo titolo avvenga tramite audiobook come è stato per me.
I personaggi di cui serberò più caro ricordo sono quelli del padre, Giuseppe Levi, e della madre, Lidia Tanzi; le loro battute, ripetute fedelmente nel corso degli anni, sono state il punto fermo attorno al quale è nata e si è sviluppata tutta questa delicata ed a tratti struggente narrazione.

مشاهده لینک اصلی
Lettura godibile più per le atmosfere che sa evocare, che per lintrinseco valore letterario, in realtà piuttosto discontinuo. Alcune situazioni, infatti, risultano emotivamente inerti, incolori oppure ripetitive, ma vengono riscattate, ai fini della valutazione di insieme, dallintensità dei passaggi più riusciti. Mi riferisco, ad esempio, alla rievocazione delle vacanze in montagna, o degli anni di guerra; o alle facezie di uno dei fratelli, con la declinazione in tutte le varianti vocaliche del @baco del calo del malo@...
Anche la caratterizzazione di certe figure appare sorprendentemente incisiva, pur nella brevità dellabbozzo: il padre burbero e tenero, la madre fatua ed ingenua, gli amici premurosi Adriano Olivetti e Felice Balbo. Ed in particolare, resta impressa - suscitando tenerezza e commozione - limmagine di Cesare Pavese: @alto@ e @scontroso@, con le labbra ironicamente arcuate nel suo @sorriso maligno@.
Per la suggestione di questi ritratti stillanti affetto e nostalgia; per quanto viene pesantemente taciuto sulla morte del marito Leone; per il tono narrativo pacato, mai provocatorio e sempre soffuso della delicatezza e del pudore delle memorie più intime, da custodire nellanimo proteggendole da inutili polemiche; anche per i ricordi di vita familiare che, per affinità o per contrapposizione, richiama alla mente del lettore: questo è un libro che merita di essere letto.


مشاهده لینک اصلی
Natalia Ginzburg fue una reconocida escritora y activista italiana de ascendencia judía cuyo testimonio sobre el auge del fascismo en Italia es considerado de gran valor. Sin embargo, Léxico familiar no es un libro que se centre en este tema, si bien es cierto que su presencia es notable y que determina en gran medida las circunstancias de muchas personas aquí retratadas. Partiendo de la base de que Léxico familiar es un libro difícil de definir, mezcla de novela y autobiografía, confieso que la lectura de esta obra me ha producido sensaciones encontradas: por un lado, alabo la sencillez y la claridad casi documental de su prosa, así como el interés de Ginzburg por indagar de manera tan íntima en aspectos banales y cotidianos para mostrar cómo el lenguaje se va adaptando a cada familia para formar sus propias estructuras y significados. No obstante, ni los hechos narrados ni los personajes en los que Ginzburg convierte a los miembros de su familia y amigos cercanos me han resultado mínimamente interesantes. De hecho, Léxico familiar no me ha parecido más que un compendio bastante prescindible de anécdotas y cuitas personales que pierden toda trascendencia cuando se extraen del contexto en que están enmarcadas. Por lo que he podido comprobar, en líneas generales, esta autora cala muy hondo entre quienes la han leído, pero a mí me ha dejado más frío que un témpano.

مشاهده لینک اصلی
کتاب های مرتبط با - کتاب الفبای خانواده


 کتاب ساکن برج بلند
 کتاب بازگشت به خانه
 کتاب پایان یک مأموریت
 کتاب وضعیت آخر
 کتاب میرامار
 کتاب پابرهنه ها تمرین انقلاب می کنند